Call Associazioni e ONG

UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune - Un progetto di Tamat
Co-finanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) AID 11037 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Si comunica che il termine ultimo di presentazione della domanda di partecipazione alla Call per Associazioni è stato posticipato a lunedì 12 febbraio alle ore 23.00 per venire incontro alle numerose richieste
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il presente bando è rivolto ad associazioni e organizzazioni con sede legale o/e operativa nella Regione Umbria e nelle regioni confinanti di Lazio, Marche e Toscana.
Si invita la presentazione di proposte per attività di sensibilizzazione pertinente ai temi di UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune, utilizzando spazi che verranno messi a disposizione in alcune delle località del Festival.
Il bando è inteso come uno strumento per facilitare e moltiplicare l’impatto delle attività di organizzazioni e associazioni. Una opportunità per affrontare in modo creativo e formativo le sfide al cambiamento dello sviluppo alla sostenibilità.

 

Il Festival del Mondo in Comune, UmbriaMiCo, nella sua prima edizione vuole diffondere conoscenza su sviluppo sostenibile e processi di interdipendenza globale, scanditi dall'Agenda Onu 2030 nei suoi 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile.
Il programma del Festival è costruito per coinvolgere attivamente la cittadinanza delle 8 località in cui verrà articolato: Assisi, Città di Castello, Foligno, Marsciano, Montefalco, Orvieto, Perugia, San Giustino. UmbriaMiCo si propone come iniziativa-faro che illumini le relazioni Nord - Sud attivate secondo il principio della cooperazione tra comunità: si rivolge a quelle dell'Umbria che decidono di guardare e interagire a cominciare da quelle dei paesi dove si stanno radicando i progetti di Tamat.
UmbriaMiCo è frutto della convergenza di 23 diversi soggetti coordinati da Tamat: istituzioni regionali, enti locali, associazioni, università, organizzazioni della società civile, associazioni d'impresa: nel programma arti visive e narrative, musica, giochi, laboratori creativi e tavole rotonde per alimentare attenzioni e sensibilità delle comunità su come contribuire (partendo dalla propria realtà) per un avvicinamento agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) e su come essere parte attiva nelle dinamiche di cittadinanza globale. Il tutto davanti all'insostenibilità - ambientale, sociale, economica - del modello di sviluppo praticato negli ultimi due secoli.
Tutti gli indicatori evidenziano la tendenza alla destabilizzazione: cambiamento climatico e migrazioni, aumento delle disuguaglianze, degrado ambientale.
L'adozione della nuova Agenda Globale dell'Onu pone ogni comunità, anche le più decentrate e periferiche, di fronte a sfide di enorme complessità: calare in ogni territorio le politiche capaci di integrare competenze e punti di vista diversi, sviluppare nuovi modelli di sviluppo e trovare nel coinvolgimento più vasto possibile le energie per il cambiamento culturale.
UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune vuole aiutare a far nascere idee, formulare domande stimolare la discussione e immaginare il nostro domani con il pensiero al dopo - domani.
ll compito di UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune è quello di chiamare le comunità locali a diventare consapevoli della complessità di questi scenari, far dialogare culture e generazioni diverse per costruire e praticare idee di sviluppo e sostenibilità.

La partecipazione è tramite selezione ed è aperta alle categorie sottoelencate, con sede legale nella Regione Umbria o nelle regioni confinanti di Lazio, Marche e Toscana:
organizzazioni non governative (ONG), associazioni, fondazioni o società cooperative registrate come organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), istituzioni religiose registrate o altre organizzazioni operanti come non profit che si dedicano ad attività di pubblica utilità, che possono includere associazioni, fondazioni, associazioni di promozione sociale, società cooperative o consorzi delle organizzazioni precedenti.
Le associazioni e organizzazioni sono invitate a presentare una proposta di lavoro relativa ad una attività che intendono sviluppare all’interno del festival. L’attività può consistere in tavole rotonde, presentazioni, performance, mostre, laboratori, ecc.
L’attività dovrà incentrarsi sulle tematiche definite nel manifesto di UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune ed essere pertinente alle competenze dell’associazione proponente; uno strumento per promuovere e riflettere sul lavoro svolto dall’associazione e sulla necessità di generare nuove narrative e dinamiche nel territorio per raccogliere la sfida della educazione alla cittadinanza globale.
Le 10 associazioni che verranno selezionate potranno avvalersi di un kit del valore di €250 per poter realizzare la loro proposta.
Verranno altresì messi a disposizione spazi espressivi per poter allestire o presentare l'attività proposta 
durante le giornate del Festival.

Le attività dovranno svolgersi all’interno di UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune che si terrà dal 1 al 9 Giugno 2018 nelle otto località designate della Regione Umbria.

Per prendere parte alla selezione occorre compilare la domanda di partecipazione disponibile sulla pagina dedicata alla call per associazioni, allegando i seguenti documenti in formato Word o PDF:
  • Scansione PDF di scheda di partecipazione compilata e sottoscritta dal rappresentante legale
  • Scansione PDF di fotocopia del documento d’identità del rappresentante legale
  • Statuto
  • Scheda di attività proposta dall'associazione

Si prega di indicare chiaramente il nome e numero di telefono della persona incaricata di mantenere i contatti con il festival, e si richiede che si renda disponibile sia durante il processo di selezione, che durante il festival.

La presentazione della domanda con la relativa documentazione dovrà essere inviata esclusivamente tramite il sito UmbriaMiCo Festival del Mondo in Comune, entro e non oltre le ore 23.00 di lunedì 12 febbraio 2018.
Eventuali domande ricevute dopo le ore 23.00 del 12 febbraio 2018 saranno escluse dalla selezione, si prega pertanto di assicurarsi di iniziare l’upload dei documenti necessari con largo anticipo rispetto l’orario della scadenza.
UmbriaMiCo Festival del Mondo in Comune non sarà responsabile di eventuali ritardi dovuti a connessione internet lenta o di rallentamenti dovuti al traffico sul sito.
Saranno escluse anche eventuali domande spedite o consegnate in cartaceo, oppure spedite direttamente tramite email. Inoltre saranno escluse le domande che non si attengono al format specificato nei criteri di selezione (lunghezza del testo, tipo di le, ecc.) e quelle non contenenti ciascuno degli elementi richiesti.
Documenti addizionali e non richiesti verranno esclusi automaticamente.
La lista delle associazioni e organizzazioni selezionate sarà resa pubblica tramite i canali di comunicazione Tamat entro il 5 marzo 2018, le associazioni e le organizzazioni selezionate riceveranno inoltre una email di conferma.
Per eventuali informazioni riguardo il bando rivolgersi a Paola Bernardelli al seguente indirizzo email:infocall@umbriamico.com

Criteri di valutazione

Punteggio attribuibile

Punteggio attribuito

- 1 -

Esperienza, competenze e capacità organizzative dell’associazione o organizzazione proponente

 

 

Valutato sulla base della qualità e quantità di progetti realizzati nell’ambito del sociale come delineato nel curriculum dell’associazione o organizzazione

 

 

0 insufficiente

5 sufficiente

10 buono

15 ottimo

 

- 2 -

Coerenza con la programmazione del festival e attinenza al manifesto e le tematiche affrontate

 

 

Riferimenti espliciti al manifesto e le finalità del Festival 

 

0 insufficiente

5 sufficiente

10 buono

15 ottimo

- 3 -
Opportunità e benefici a breve e lungo termine per le associazioni o organizzazioni partecipanti

 

Visibilità delle associazioni o organizzazioni, crescita, impatto, sviluppo di nuove metodologie di gestione e disseminazione di idee

 

 

0 insufficiente

5 sufficiente

10 buono

15 ottimo

- 4 -
Fattibilità, espressione dettagliata del programma, finalità

 

Chiarezza nell’esplicitare la parte organizzativa e i risultati che si intendono raggiungere

 

 

0 insufficiente

5 sufficiente

10 buono

15 ottimo

- 5 -

Impatto nel contesto territoriale regionale

 

 

Coinvolgimento del pubblico, visibilità del progetto, potenzialità di innescare nuovi sviluppi a breve o lungo termine

 

 

0 insufficiente

5 sufficiente

10 buono

15 ottimo

Il punteggio minimo per poter partecipare alla selezione è di punti 25; il punteggio massimo attribuibile è di punti 75.
Le associazioni e organizzazioni partecipanti saranno selezionate ad insidacabile e inappellabile giudizio del comitato di selezione di Tamat, che applicherá i criteri di valutazione e i punteggi sopra elencati.

Ulteriori informazioni
Tamat è un’organizzazione non governativa riconosciuta dal Ministero degli Affari esteri e dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo: dal 1995 ha sviluppato progetti in Albania, Bolivia, Bosnia, Burkina Faso, Mali, Perù, Suriname oltre che Italia nelle regioni di Umbria, Emilia Romagna, Marche, Lazio, Piemonte e Puglia. I suoi partner europei per l'attuazione dei progetti UE sono basati in: Austria, Belgio, Cipro, Francia, Grecia, Germania, Gran Bretagna, Lituania, Polonia, Portogallo, Slovenia e Spagna.
“Lavoriamo su sovranità alimentare, sicurezza alimentare, agro-ecologia e agri-cultura. Crediamo nelle persone e nel rafforzamento delle competenze personali, per il miglioramento delle condizioni di vita di ognuno. Sosteniamo le organizzazioni locali, facendo in modo che ogni persona in ogni luogo possa vivere di risorse e competenze proprie. Supportiamo le popolazioni locali e la società civile per implementare soluzioni di sviluppo sostenibile in ambito sociale, ambientale, culturale ed economico. Cooperiamo in Africa, America Latina e Balcani. Lavoriamo in Italia con le associazioni locali, la società civile, le istituzioni e università sui temi e le sfide legate a sviluppo e processi di interdipendenza globale. Siamo per un mondo più equo, più giusto e più vicino alle donne.”
www.tamat.org

Paola Bernardelli è una artista, curatrice e programmatrice culturale originaria della Ciociaria. Migrante dal 1996, quando si trasferì a Londra; dal 2002 vive a Derry, in Irlanda del Nord. Ha studiato Professional Photographic Practice alla University of the Arts a Londra ed ha successivamente conseguito un Master of Fine Arts alla Ulster University a Belfast.
I suoi lavori sono stati esposti in Italia, Regno Unito, Irlanda, Spagna e Canada. Ha organizzato e curato progetti di scambio culturale e mostre in diverse città europee e nordamericane; nel 2016 ha co-fondato Art Arcadia, una organizzazione no-profit che opera nel campo delle residenze artistiche e scambi culturali internazionali e dove ricopre il ruolo di programme manager e curator.

Compila il form in tutte le sue parti per partecipare al bando